domenica 24 settembre 2017

uno,due e tre

...se conosci la misura di quanto basta, allora sarai felice, perchè la Vita si prende cura di te, di tutti.
è certo difficile non farsi condizionare e non scivolare nelle quotidiane competizioni, ancestrali rimembranze del cavernicolo che è in noi e che chiede "spazio".
Capita a volte di essere preso da forti emozioni, apparentemente all'improvviso, come una voce amica che ci avverte da molto lontano che sta per piovere.....
Un raggio di sole ci sarà sempre, la dualità che è in ogni riflesso, evapora se siamo attenti capendoneuno,due e tte il meccanismo....sempre lo stesso....
certo il cammino è un'altra cosa, dove non c'è un arrivo ma solo soste
poche cose per sorridere, sapendo che tutti ritorneranno, anzi, non sono mai andati via.
strade diverse ma che portano allo stesso posto, con tempi e modi diversi, ogniuno col suo panorama da ignorare o da farselo amico..qualche buon libro e poca voglia di parlare.....
In un mazzo di chiavi, dietro uno sguardo sconosciuto c'è sempre una parte, un pezzo del mosaico
corri, corri e continua a rincorrere, non ho più voglia di farlo e forse non l'ho mai avuta, ma te fa ciò che credi sia meglio, credi in ciò che vuoi, accetto anche una bugia, sapendo che porterà con se inevitabilmente, prima o dopo, una verità.
acqua che scorre è vita che zampilla, ti invio il mio augurio affincchè la smetti di pensarci
inutilmente l'anziana nobildonna promette eredità per aver salva l'anima
sepolcri imbiancati che non conoscono la verità ma si rincorrono la coda cercando il male da condannare a vantaggio del bene che altrimenti non sarebbe degnamente valorizzato
Due di due, nero e bianco, grande e piccolo, vincitore e perdente, peccatore e santo.
Non si scivola se scegli con attenzione i passi, come i pensieri....
Posta un commento